Miglior orologio gps running per correre

Miglior orologio gps running 2017

Gli orologi gps per la corsa sono degli accessori in alcuni casi indispensabili. Negli ultimi mesi/anni questi dispositivi indossabili sono migliorati, presentando tantissime nuove funzionalità ed anche una maggiore accuratezza nella rilevazione dei tantissimi dati come frequenza cardiaca, distanze percorse e via dicendo…

In questo nuovo articolo, andremo a scoprire quali sono i migliori orologi gps per il running, da quelli più economici a quelli più costosi. Ovviamente minore sarà il prezzo, meno saranno le funzioni che possono svolgere, proprio per questo motivo abbiamo deciso di catalogarli in ordine di prezzo crescente. Se necessitate di un orologio completo, vi consiglio di passare subito alla parte finale del post. La guida è aggiornata mese per mese, presentando i modelli più recenti e funzionali.

 

Miglior orologio gps per correre | Classifica per prezzo crescente

 

TomTom Runner 1RR0.001.06
miglior orologio gps running

Siamo chiari fin da subito, questa guida agli acquisti sarà “dominata” da dispositivi Garmin, sia per la loro precisione, sia per il loro rapporto qualità/prezzo in vista anche della concorrenza, tuttavia non mancheranno anche altri brand. L’entry-level di questa classifica è uno tra gli orologi gps della linea “Runner” più economici, il TomTom Runner 1RR0.001.06.

Il suo prezzo si aggira intorno agli 80€, ma dispone comunque di alcune funzioni molto interessanti:
possiamo innanzitutto scegliere l’attività tra “Corsa”, Tapis Roulant” e “Cronometro”, personalizzarle impostando parametri come i giri, la durata, gli intervalli e le distanze; per concludere questo dispositivo ci consente di impostare degli obiettivi. Caratteristica principale è il GPS, stranamente veloce nell’agganciarsi con i vari satelliti grazie alla tecnologia “QuickGPSFix“. Si può connettere tramite Bluetooth allo smartphone oppure ad un fascia cardio.

Per quanto riguarda la sua costruzione, è bene specificare che è impermeabile fino a 50 metri, ha un ampio display da 1,37 pollici grazie al quale possiamo monitorare 4 dati diversi durante la corsa ed è molto piacevole indossarlo, i materiali non sono affatto fastidiosi.

La sua autonomia si aggira intorno alle 10 ore effettive d’allenamento con GPS attivo.

Controlla cliccando quì disponibilità e prezzo su Amazon


 

 

Polar M400

orologio gps running

Non mancano altri orologi GPS economici, il Polar M400 si posiziona in questa classifica per le sue funzionalità “extra” alquanto atipiche per la sua fascia di prezzo: sicuramente la più divertente è quella “Back to Start“, ideale per farci ricondurre al punto di partenza qualora ci dovessimo perdere. Tra quelle classiche citiamo invece distanza, andatura, velocità, altitudine accompagnate anche dalla modalità timer ad intervalli, ideale per scatti e ripetute. Integrato nel sistema non vi è il sensore per i battiti cardiaci ma, con la fascia Polar, possiamo integrato anche questa funzione direttamente sul display. Abbiamo anche la possibilità di collegarci al nostro smartphone (iPhone 4S e successivi, Android 4.3 e successivi) per ricevere direttamente sull’orologio le notifiche, le chiamate ed i messaggi.

Il display luminoso di questo orologio gps per il running è un’altra caratteristica che lo identifica, ottimo anche sotto i raggi solari essendo retroilluminato. Ha un’ottima dimensione e una risoluzione massima di 128 x 128 Pixel.

L’autonomia è di circa 8 ore d’allenamento effettive con GPS attivo.

Controlla cliccando quì disponibilità e prezzo su Amazon


 

 

Garmin Forerunner 230
orologi gps runner

La linea Forerunner della Garmin è probabilmente la più famosa tra gli orologi gps per cardio e running. Il Garmin Forerunner 230 si differenzia dai terminali che abbiamo visto precedentemente oltre che per il prezzo, ora di fascia media, anche per un miglioramento per quanto riguarda i dati raccolti, ora più precisi e molteplici.

Per l’utilizzo durante la corsa vera e propria, questo bracciale riesce a tenere sotto-controllo variabili molto importanti come la stima del VO2 max, i tempi di recupero, la previsione dei tempi di gara oppure la distanza, il tempo e il passo. Possiamo inoltre impostare degli allenamenti ad intervalli o scaricare direttamente nell’orologio degli allenamenti personalizzati dalla app Garmin Connect™. Anche quì non abbiamo un sensore per i battiti integrato ma, grazie alla fascia cardio possiamo analizzare ancora altri dati come velocità della corsa, battiti al minuto, variabilità della frequenza cardiaca in modo tale da ottenere anche una stima del volume massimo di ossigeno che possiamo consumare al minuto.

Questo orologio GPS può essere utilizzato come una smartband poichè, se indossato durante la giornata, monitora tantissimi altri parametri come passi, distanze percorse e calorie bruciate. La barra motivazionale ti suggerisce quando è il momento di alzarsi e fare due passi, mentre di notte, Forerunner 230 monitora i tuoi movimenti nel sonno e ti permette di rendicontare la qualità del tuo riposo.

Il sistema di posizionamento è ancora più preciso grazie all’utilizzo delle tecnologie GPS e GLONASS. Inoltre, è stata migliorata anche l’autonomia, in questo caso si perla di circa 16 ore di utilizzo continuativo con il sistema di rilevamento della posizione sempre attivo.

Non mancano le funzionalità smart infatti, grazie al modulo Bluetooth integrato, quando riceviamo un messaggio, una chiamata o una notifica sul nostro smartphone, l’orologio ci avverte tramite vibrazione e ci permette di visualizzare il contenuto direttamente sul nostro polso.

I materiali ovviamente sono di ottima fattura, è impermeabile fino a 50 metri (5 atm) ed il display a colori è da 1,23″ con risoluzione massima di 215 x 180 pixel.

Controlla cliccando quì disponibilità e prezzo su Amazon


 

 

Garmin ForRunner 235
orologi gps running

Spendiamo poche parole su questo orologio per running con gps. Il Garmin Forerunner 235 è ovviamente l’evoluzione del 230 quindi, concentriamoci sulle differenze che vi sono tra questi due modelli.

In realtà questo modello è la copia esatta della versione precedente, anche per quello che riguarda il design, presenta solo 2 importanti differenze tecniche:

  • Il Forerunner 235 permette di rilevare i battiti cardiaci direttamente dal polso infatti, dispone della tecnologia “Garmin Elevate™” la quale è in grado di rilevare la frequenza cardiaca grazie ad un sensore LED disposto nel retro del quadrante dell’ orologio, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, senza la necessità di indossare una fascia toracica;
  • L’autonomia è sempre di circa 16 ore d’allenamento con GPS attivo ma, se abbiamo il sensore Garmin Elevate sempre attivo, la durata scende a circa 11 ore effettive per ovvi motivi.

E’ bene fare un piccolo accorgimento: il sensore per i battiti cardiaci funziona molto bene ma ad alte intensità e durante un allenamento ad intervalli non sarà mai preciso come una fascia toracica quindi, se per voi è molto importante avere una rilevazione assolutamente attendibile durante l’allenamento e non vi interessa monitorare i battiti durante le attività quotidiane e durante la notte, il consiglio è quello di acquistare il modello 230 con fascia toracica, potendo così risparmiare anche qualche €.

Controlla cliccando quì disponibilità e prezzo su Amazon


 

 

Garmin Forerunner 630
orologio gps cardio

Abbiamo visto moltissimi orologi gps per il running interessanti, concludiamo questa guida con il top di gamma Garmin, il Forerunner 630, attualmente uno dei migliori se non il miglior orologio sportivo per correre in commercio.

Iniziamo con il display, touchscreen a colori da 1,23″ con risoluzione massima 215 x 180 pixel, resistente all’acqua fino a 50 metri.

I sensori integrati sono GPS, GLONASS e accelerometro, non abbiamo quello per i battiti cardiaci in quanto questo dispositivo è ideato per un utilizzo professionale e, proprio per questo, una fascia cardio è indispensabile.

Le funzioni sono molteplici, da quelle più semplici a quelle per gli agonisti. Tra quelle basilari ricordiamo il contapassi, la barra di movimento che compare sul dispositivo dopo un periodo di inattività, l’obiettivo di passi giornaliero, il monitoraggio del sonno e il calcolo delle calorie bruciate.

Tra le funzioni più avanzate, sicuramente note dai più esperti, troviamo il test di soglia oppure le varie dinamiche di corsa, monitorate anche grazie alla fascia cardio, come cadenza, oscillazione verticale, tempo di contatto con il suolo, tempo medio contatto suolo,lunghezza dei passi e rapporto verticale. Non mancano anche le misurazioni fisiologiche, ovviamente sono delle stime ma grazie alla fascia HRM-Run sono abbastanza precise, tra queste: VO2 Max, tempi di gara basati sulla forma fisica corrente, avvisi di recupero, stress score (rileva le anomalie in base alla frequenza cardiaca quando si rimane fermi oltre i 3 minuti), soglia anaerobica e condizione delle prestazioni. Ci sono le funzionalità smart come notifiche di messaggi, chiamate e app direttamente sul display dell’orologio.

L’autonomia si aggira sempre intorno alle 16 ore continue d’allenamento con GPS attivo.

In conclusione un dispositivo completo sotto tutti i punti di vista.

Controlla cliccando quì disponibilità e prezzo su Amazon

 

Hai ancora dei dubbi?

Dopo aver visto i migliori modelli secondo la nostra redazione, ancora non hai trovato il miglior orologio GPS running per le tue esigenze o hai dei dubbi riguardo questi o altri modelli? Scrivici nel box dei commenti quì sotto, ti risponderemo il prima possibile.

Ti potrebbe interessare anche:

Non hai trovato quello che cerchi? Allora potrebbero interessarti anche questi articoli:

 

 

Summary
Review Date
Reviewed Item
Orologio GPS Cardio
Author Rating
51star1star1star1star1star

Guide agli Acquisti